Saper scoprire e far parlare le potenzialità inespresse
delle strutture biologiche ed artificiali, dei materiali
e
delle tecnologie per trans-formale in organismi spaziali nascenti e compiuti con attitudine verso il design.


Un affettuoso ringraziamento a Enzo Manili...

Posts tagged "Deformazioni superficiali"
Manipolare la terra/Step 1

Manipolare la terra/Step 1

[Labo1] Esame sessione estiva

Con l’esame del corso di Teoria della Forma (sessione estiva) si è conclusa la prima fase di Labo1, esperienza didattica congiunta tra i corsi di Teoria della Forma e di Laboratorio di Modellistica dell’ISIA di Roma. Il workshop è nato con l’obiettivo di fornire agli studenti del II anno del Corso Triennale contributi didattici specialistici legati esclusivamente...
Move

Move

Luce, materiale, emozioni

Move è un progetto che consiste in due maniche di carta indossabili realizzate tramite piegatura e cambiando la densità all’altezza dei gomiti. Le maniche sono concepite per essere dei modulatori di luce da indossare, così che attraverso i movimenti del corpo si è in grado di creare vibranti giochi di luce molto suggestivi. Particolare è...
Weave

Weave

Superfici tridimensionali

Il progetto si pone come obiettivo quello di creare un semilavorato metaprogettuale che ha come prestanza quella di valorizzare una superficie bidimensionale con differenti materiali e lavorazioni. Così facendo si avrà come risultato una superficie tridimensionale, ovvero che si sviluppa nello spazio creando un ulteriore effetto tattile. Per ogni tessuto verrà mostrata la sua gestualità,...
Swami

Swami

Intorno al corpo della donna

Swami è la luce del crepuscolo, la lucentezza della luna. Realizzato con un tessuto semplice e materico al contempo, inusuale per la creazione di abiti, diventa l’elemento peculiare per plasmare geometrie intorno al corpo della donna. Il cerchio, metafora della luna, è l’elemento ricorrente per modulare il passaggio della luce.
YCH

YCH

Sensazioni morfologiche

YCH è una struttura incentrata sul cambio di status di una superficie con il variare della temperatura. Ottenuta per mezzo di tagli e pieghe su un foglio di polipropilene, il movimento è dato da piccole barrette di metallo a memoria di forma fissate sulla superficie delle singole unità. La sistemazione random di queste unità genera...
Fasmide

Fasmide

Dietro l’apparenza

Fasmide è il tutto. É l’impercettibile. É il dettaglio da scoprire. Nella sua semplicità si racconta e si dispiega nello spazio, configurando parti di sé imperfette, emergendo e scomparendo oltre la superficie opaca. I giochi di luce ed ombra la accarezzano per raccontare la sua storia. Fasmide è metafora di vita, incarna il comportamento dell’uomo...
Schĭdia

Schĭdia

Casualità spezzata

“Le monadi sono dunque limitate non nell’oggetto, ma nel modo di conoscere l’oggetto: esse tendono sì all’infinito, al tutto, ma confusamente, appunto perché sono limitate e differenziate a seconda del grado di distinzione delle loro percezioni.” Gottfried Wilhelm von Leibniz Schĭdia si ispira alla monadologia di Leibniz. Le monadi, “forme sostanziali dell’essere”, sono delle specie di...
Queue

Queue

Tensoquadrilateri

Queue nasce da una lastra di polipropilene su cui sono state effettuate delle semplici operazione di taglio e di piega. Grazie al sistema di aggancio integrato nella morfologia si possono ottenere quattro diverse configurazioni caratterizzate da una modularità potenzialmente illimitata. Queue è un oggetto bidimensionale che può assumere la terza dimensione tirando semplicemente gli estremi...
Pop-in

Pop-in

Entra dentro

Pop-in è un modulo quadrato di polipropilene che grazie ad un unico taglio compie la trasformazione da oggetto bidimensionale a oggetto tridimensionale. I moduli, seguendo la griglia generatrice della base, creano geometrie complesse e scenari inaspettati.
Skylab

Skylab

Libertà in movimento

Skylab è un’oggetto semplice ed essenziale. La sua conformazione ricorda quella di un aeroplano di carta. Partendo da un semplice quadrato e per mezzo di sette pieghe, l‘oggetto prende forma. Tutte le pieghe convergono in un punto conferendo leggerezza e dinamismo visiva. La luce modula delicatamente dalle facce crea degli interessanti e inaspettati effetti di...
Sette

Sette

Vuoti e pieghe

Sette è una ricerca finalizzata alla realizzazione di una superficie ad assetto variabile che nasce dalla ripetizione di tagli e pieghe su un foglio di polipropilene. Incidendo e piegando il materiale secondo un ordine preciso, la superficie acquista tridimensionalità e diversi gradi personalizzazione. E’ lasciata all’utente la possibilità di modellare e modulare le prestazioni di...
Made by people

Made by people

Morfologie inconsce

Nasce dalla voglia di creare un modulo dalle variabilità morfologiche estese. Per testare questa molteplicità si sono coinvolte persone a digiuno da esercizi di stile. Queste, interagendo con il modulo, hanno realizzato delle configurazioni inconsce. Le aggregazioni ottenute, in alcuni casi rispecchiano la personalità dell’autore e in altri hanno dato vita a piacevoli sorprese e alla...