Saper scoprire e far parlare le potenzialità inespresse
delle strutture biologiche ed artificiali, dei materiali
e
delle tecnologie per trans-formale in organismi spaziali nascenti e compiuti con attitudine verso il design.


Un affettuoso ringraziamento a Enzo Manili...

Posts tagged "Piega"
Loto

Loto

Segni di luce

Loto è una struttura piramidale composta da moduli bidimensionali che posso essere aggregati in composizioni di tre o quattro, creando piramidi rispettivamente a base triangolare o quadrata. La particolare conformazione dei moduli con il loro assemblaggio permette a Loto di modulare la luce con un semplice gesto delle mani, che facendo scorrere le pareti parallelamente...
Weave

Weave

Superfici tridimensionali

Il progetto si pone come obiettivo quello di creare un semilavorato metaprogettuale che ha come prestanza quella di valorizzare una superficie bidimensionale con differenti materiali e lavorazioni. Così facendo si avrà come risultato una superficie tridimensionale, ovvero che si sviluppa nello spazio creando un ulteriore effetto tattile. Per ogni tessuto verrà mostrata la sua gestualità,...
Progressione spaziale

Progressione spaziale

Flatland

Flatlandia è un classico del XIX secolo scritto da Edwin Abbott. Il libro racconta la vita di un quadrato, abitante di un ipotetico universo bidimensionale, che entra in contatto con una sfera, abitante di un universo tridimensionale, che lo illumina sulla presenza della terza dimensione. Il senso profondo del libro sta nel cercare di far...
Swami

Swami

Intorno al corpo della donna

Swami è la luce del crepuscolo, la lucentezza della luna. Realizzato con un tessuto semplice e materico al contempo, inusuale per la creazione di abiti, diventa l’elemento peculiare per plasmare geometrie intorno al corpo della donna. Il cerchio, metafora della luna, è l’elemento ricorrente per modulare il passaggio della luce.
Overture

Overture

Prisma manuale di luce artificiale

Overture è lo sviluppo progressivo di un triangolo isoscele, che riportato su di una superficie bidimensionale, è in grado di assemblarsi tridimensionalmente. Parte dall’idea di creare un modulatore graduale di luce che utilizzasse una fonte luminosa artificiale, e che potesse creare una relazione dinamica e attiva con l’utente. Esso è composto da tre parti differenti:...
YCH

YCH

Sensazioni morfologiche

YCH è una struttura incentrata sul cambio di status di una superficie con il variare della temperatura. Ottenuta per mezzo di tagli e pieghe su un foglio di polipropilene, il movimento è dato da piccole barrette di metallo a memoria di forma fissate sulla superficie delle singole unità. La sistemazione random di queste unità genera...
Fasmide

Fasmide

Dietro l’apparenza

Fasmide è il tutto. É l’impercettibile. É il dettaglio da scoprire. Nella sua semplicità si racconta e si dispiega nello spazio, configurando parti di sé imperfette, emergendo e scomparendo oltre la superficie opaca. I giochi di luce ed ombra la accarezzano per raccontare la sua storia. Fasmide è metafora di vita, incarna il comportamento dell’uomo...
Schĭdia

Schĭdia

Casualità spezzata

“Le monadi sono dunque limitate non nell’oggetto, ma nel modo di conoscere l’oggetto: esse tendono sì all’infinito, al tutto, ma confusamente, appunto perché sono limitate e differenziate a seconda del grado di distinzione delle loro percezioni.” Gottfried Wilhelm von Leibniz Schĭdia si ispira alla monadologia di Leibniz. Le monadi, “forme sostanziali dell’essere”, sono delle specie di...
Pop-in

Pop-in

Entra dentro

Pop-in è un modulo quadrato di polipropilene che grazie ad un unico taglio compie la trasformazione da oggetto bidimensionale a oggetto tridimensionale. I moduli, seguendo la griglia generatrice della base, creano geometrie complesse e scenari inaspettati.
Skylab

Skylab

Libertà in movimento

Skylab è un’oggetto semplice ed essenziale. La sua conformazione ricorda quella di un aeroplano di carta. Partendo da un semplice quadrato e per mezzo di sette pieghe, l‘oggetto prende forma. Tutte le pieghe convergono in un punto conferendo leggerezza e dinamismo visiva. La luce modula delicatamente dalle facce crea degli interessanti e inaspettati effetti di...
Sette

Sette

Vuoti e pieghe

Sette è una ricerca finalizzata alla realizzazione di una superficie ad assetto variabile che nasce dalla ripetizione di tagli e pieghe su un foglio di polipropilene. Incidendo e piegando il materiale secondo un ordine preciso, la superficie acquista tridimensionalità e diversi gradi personalizzazione. E’ lasciata all’utente la possibilità di modellare e modulare le prestazioni di...
Venti

Venti

La leggerezza della luce

Carta, sembrerebbe impossibile che da un materiale così comune si riesca ad ottenere un numero così smisurato di applicazioni. Facendolo attraversare della luce in modo da sfruttare la traslucenza, possiamo svelare degli aspetti che altrimenti rimarrebbero nascosti come il disegno delle fibre e le imperfezioni. Andando a sovrapporre diversi strati di carta la grammatura aumenta...