Saper scoprire e far parlare le potenzialità inespresse
delle strutture biologiche ed artificiali, dei materiali
e
delle tecnologie per trans-formale in organismi spaziali nascenti e compiuti con attitudine verso il design.


Un affettuoso ringraziamento a Enzo Manili...

Posts tagged "Flessibilità"
Move

Move

Luce, materiale, emozioni

Move è un progetto che consiste in due maniche di carta indossabili realizzate tramite piegatura e cambiando la densità all’altezza dei gomiti. Le maniche sono concepite per essere dei modulatori di luce da indossare, così che attraverso i movimenti del corpo si è in grado di creare vibranti giochi di luce molto suggestivi. Particolare è...
Kuraghe

Kuraghe

Intreccio fra materia e luce

Kuraghe nasce all’interno dell’elaborazione metaprogettuale di un modulatore di luce secondo un progetto di riscrittura del tema. Da uno studio sulla forma e sulla modulazione di superfici, segnato dalla curiosità di investigare altri confini che non siano quelli già predefiniti, si forma l’oggetto. L’intreccio che caratterizza Kuraghe crea relazioni fra la superficie materiale dello spago...
Schĭdia

Schĭdia

Casualità spezzata

“Le monadi sono dunque limitate non nell’oggetto, ma nel modo di conoscere l’oggetto: esse tendono sì all’infinito, al tutto, ma confusamente, appunto perché sono limitate e differenziate a seconda del grado di distinzione delle loro percezioni.” Gottfried Wilhelm von Leibniz Schĭdia si ispira alla monadologia di Leibniz. Le monadi, “forme sostanziali dell’essere”, sono delle specie di...
Pop-in

Pop-in

Entra dentro

Pop-in è un modulo quadrato di polipropilene che grazie ad un unico taglio compie la trasformazione da oggetto bidimensionale a oggetto tridimensionale. I moduli, seguendo la griglia generatrice della base, creano geometrie complesse e scenari inaspettati.
Sette

Sette

Vuoti e pieghe

Sette è una ricerca finalizzata alla realizzazione di una superficie ad assetto variabile che nasce dalla ripetizione di tagli e pieghe su un foglio di polipropilene. Incidendo e piegando il materiale secondo un ordine preciso, la superficie acquista tridimensionalità e diversi gradi personalizzazione. E’ lasciata all’utente la possibilità di modellare e modulare le prestazioni di...
Vybra

Vybra

Trame di luce

Vybra si presenta come un elegante dorso bicolore in grado di relazionarsi perfettamente sia con la luce naturale che con quella artificiale. La sua struttura segue uno schema bidimensionale elementare che propone la ripetizione di un unico segno, capace di slegarsi, piegarsi e sollevarsi dal piano, prendendo parte in maniera essenziale alla terza dimensione, svelandosi poco...
Odeo

Odeo

Animare il suono

Odeo è un oggetto a composizione modulare in legno ed acciaio armonico. Il concetto alla base del suo funzionamento è quello di squotere le fasce di acciaio per produrre suoni vibranti amplificati dalla cassa di risonanza in legno. L’idea è quella di valorizzare le proprietà sonore -già impiegate ampiamente in ambito musicale- e riflettenti del metallo, per sviluppare una ricerca di design...
Karma

Karma

Macchina di carta

Concepire una struttura minimale in grado di generare immagini affascinanti, utilizzando coerentemente i materiali per originare un’esperienza in grado di dar luogo a morfologie sempre nuove. In Karma, due fili di cotone congiungono l’essenzialità di una struttura in acciaio, l’eleganza della carta piegata, e le mani. La Macchina di Carta prende vita da questo legame diretto, diventando creatura che respira, e generando suggestivi avvicendarsi di luci e di ombre....
Flabel

Flabel

Superficie flabellata

Flabel è una struttura spaziale che nasce dall’aggregazione di quattro elementi modulari della stessa tipologia ottenuti tagliando, piegando ed incollando semplici fogli di cartoncino. Il passaggio da elemento bidimensionale a struttura spaziale è reso possibile praticando sulla superficie di partenza – un cartoncino quadrato al quale è stata sottratta una sezione – una serie di...